3 QUESTIONS FOR: Roberta Borrelli | IsolaDD


Designer's Name: Roberta Borrelli

Design Studio: MAKEYOURHOMESTUDIO

1. What is the project you are most proud of?

Ca' 24 project presented at the last edition of Milano Design Week, inside Isola Design District. A project in which I put myself totally at stake through the renovation of an apartment linked to hospitality, which then became for me the story of everyday architecture, staging the work of the typical architect of the current generation of professionals.

2. What are you working on right now?

To several projects including Poetics, an analysis of people's dreams about their home environments. Today we are witnessing a paradigm shift from the past; while previously surrounding yourself with many objects provided a sense of well-being, today we have learned to simplify. Certainly the current condition has totally changed the way of living in the house and so also within this project I am beginning to ask new questions. How will all this be transformed into a form of living?

3. We are in a delicate moment globally, how has your job changed due to the Coronavirus?

I had the luck a few years ago to combine my traditional profession as an architect with the most innovative one linked to the world of digital communication. That's why, while all the design and construction site work is temporarily at a standstill, I support the companies I work with in the digitization of some creative processes.

Interview realized on May 7 2020.

ITA

3 QUESTIONS FOR: Roberta Borrelli | IsolaDD

Nome Designer: Roberta Borrelli

Design Studio: MAKEYOURHOMESTUDIO

1. Qual è il progetto di cui sei più orgoglioso?

Certamente Ca' 24 progetto presentato alla scorsa edizione della Milano Design Week, all'interno di Isola Design District. Un progetto in cui mi sono messa totalmente in gioco attraverso la ristrutturazione di un appartamento legato all'ospitalità che è poi per me diventato il racconto dell’architettura della quotidianità mettendo in scena il lavoro dell’architetto tipo dell’attuale generazione di professionisti.

2. A cosa stai lavorando al momento?

A diversi progetti tra cui Poetica, un'analisi dei sogni delle persone sui loro ambienti domestici. Oggi si assiste ad un'inversione di paradigma rispetto al passato; mentre prima circondarsi di molti oggetti procurava un senso di benessere, oggi abbiamo imparato a semplificare. Certamente l'attuale condizione ha cambiato totalmente il modo di vivere la casa e così anche all'interno di questo progetto inizio a pormi nuove domande. Come si trasformerà tutto questo in forma dell'abitare?

3. Stiamo vivendo un momento delicato a livello globale, come è cambiato il tuo lavoro a causa del Coronavirus?

Ho avuto la fortuna qualche anno fa di coniugare la mia classica professione di architetto con quella più innovativa che si lega al mondo della comunicazione digitale. Per questo mentre tutta la parte progettuale e di cantiere è momentaneamente ferma, supporto le aziende con cui collaboro nella digitalizzazione di alcuni processi creativi.

Intervista redatta il 7 Maggio 2020.

Featured Posts
Archive
Search By Tags