3 QUESTIONS FOR: Dall'astronave allo spillo | IsolaDD

Designer's Name: Fleur Chiarito, Matteo Dal Lago

Design Studio: Dall'astronave allo spillo

1. Where do you get your inspiration from?

Even though we like to be open and say that anything could inspire us, we usually follow certain specific interests and intuition that can lead us to discoveries with potential in our practice. We look and draw parallels and connections between tradition and contemporaneity, trying to always focus on what is needed and what is never been proposed to the world of interior, which is our field of application. We try to discover the hidden potential of materials, techniques and tools. We believe in the power of transformation and adaptability, for this reason we try to apply an 'outside observer' attitude in our practice in order to create the conditions for the project to grow in the most natural and organic way.

2. What is the project you are most proud of?

The project we are most proud of and very excited to present at Dutch Design Week and Salone del Mobile with IDD is called '"ARTICLE N.0000". It is an investigation in the world of aluminum. We conducted a long research of the industrial production of aluminum and its applications which led us to the conclusion that this material is one of the greatest resources we have today and for many reasons it is important that every industry that can implement this material in their products tries to do it.To resonate the message that we have to design the more we can with this material we created a collection of furniture pieces made of 100% aluminum. Every piece contains industrial waste which we collected meticulously and archived into a book which works as addendum to the objects.

3. In which direction do you think the world of design is going?

The situation we are facing today due to the corona virus crisis can be seen as an anticipation and a good opportunity to move the design world towards those issues we believe should be seen of primary importance in everyone's practice nowadays. There are many aspects of designing we think can be tackled these times. Some of those are the ones that inspire our projects. We like to look into the creation of materials, production processes and supply chains. How do we choose the materials of our daily life objects? Where do we gather them and how? What are the tools and technologies of today's design? By asking ourselves these questions we try to understand what is the role of a designer today and what his\her principles should be. Our generation embodies the needs of the future society, and for this reason we believe that young designer can be and will be the most responsible ones.

Interview realized on April 15 2020.

ITA

3 QUESTIONS FOR: Dall'astronave allo spillo | IsolaDD

Nome Designer: Fleur Chiarito, Matteo Dal Lago

Design Studio: Dall'astronave allo spillo

1. Da dove trai ispirazione?

Sebbene ci piaccia essere aperti e dire che qualsiasi cosa possa ispirarci, di solito seguiamo degli interessi specifici e delle intuizioni che possono condurci a delle scoperte con un potenziale nella nostra pratica. Guardiamo e tracciamo paralleli e connessioni tra tradizione e contemporaneità, cercando di concentrarci sempre su ciò che è necessario e che non è mai stato proposto al mondo dell'interiorità, che è il nostro campo di applicazione. Cerchiamo di scoprire le potenzialità nascoste di materiali, tecniche e strumenti. Crediamo nel potere della trasformazione e dell'adattabilità, per questo cerchiamo di applicare nella nostra pratica un atteggiamento da 'osservatore esterno' per creare le condizioni affinché il progetto cresca nel modo più naturale e organico possibile.

2. Qual è il progetto di cui sei più orgoglioso?

Il progetto di cui siamo più orgogliosi ed entusiasti di presentare alla Dutch Design Week e al Salone del Mobile con Isola Design District si chiama '"ARTICLE N.0000". È un'indagine nel mondo dell'alluminio. Abbiamo condotto una lunga ricerca sulla produzione industriale dell'alluminio e sulle sue applicazioni che ci ha portato alla conclusione che questo materiale è una delle maggiori risorse che abbiamo oggi e per molte ragioni è importante che ogni industria che può implementare questo materiale nei propri prodotti cerchi di farlo.

Per far risuonare il messaggio che dobbiamo progettare il più possibile con questo materiale abbiamo creato una collezione di mobili in alluminio al 100%. Ogni pezzo contiene rifiuti industriali che abbiamo raccolto meticolosamente e archiviato in un libro che funziona come addendum agli oggetti.

3. In quale direzione vedi andare il mondo del design?

La situazione che stiamo affrontando oggi a causa della crisi del coronavirus può essere vista come un'anticipazione e una buona opportunità per spostare il mondo del design verso quei temi che riteniamo debbano essere considerati di primaria importanza nella pratica di tutti oggi. Ci sono molti aspetti del design che pensiamo possano essere affrontati in questi tempi. Alcuni di questi sono quelli che ispirano i nostri progetti. Ci piace guardare alla creazione dei materiali, ai processi produttivi e alle catene di fornitura. Come scegliamo i materiali dei nostri oggetti di vita quotidiana? Dove li raccogliamo e come? Quali sono gli strumenti e le tecnologie del design di oggi? Ponendoci queste domande cerchiamo di capire qual è il ruolo di un designer oggi e quali dovrebbero essere i suoi principi. La nostra generazione incarna le esigenze della società futura, e per questo crediamo che i giovani designer possano essere e saranno i più responsabili.

Intervista redatta il 15 Aprile 2020.

Featured Posts
Archive
Search By Tags