3 QUESTIONS FOR: Dorian Etienne | IsolaDD


Designer's Name: Dorian Etienne

1. Where do you get your inspiration from?

I think the raw material of creation is the world around us. We create and take inspiration from our experiences, our exchanges with other people, our passions, from what makes us vibrate internally. Thus I take my inspiration from my environment : whatever the place or the moment I always have in a part of my head a different look on things, a kind of continual questioning. A ramble in the forest, a film extract, a failed drawing, a material experiment.Thoughts intersect, mix up, reflect itselves and often generate intuitions and new ideas.

Then remains the hard step... sort it out!

2. What are you working on right now?

Nowadays I'm working on a subject that touches me particularly: Sleep. Today, the world’s population suffers from a real lack of sleep, however it is a vital need. I try to materialize and improve a little known sleep method to make it more accessible and simple. It is based on the respect of our biological sleep cycles and it’s just a matter of finding few markers; then the body will adjust itself, and the sleep will be optimized over the weeks. This approach offers much more restful deep sleep: it allows us to respond to our current way of life.

3. What’s your mission?

For me, the designer's mission is to make people dream; to bring them, by the object, into a mood, a culture, a special context, while improving its usefulness. It could be summed up in one sentence: «Show me how the world can be beautiful».

Interview realized on March 18 2020.

ITA

3 QUESTIONS FOR: Dorian Etienne | IsolaDD

Nome Designer: Dorian Etienne

1. Da dove trai ispirazione?

Credo che la materia prima della creazione sia il mondo che ci circonda. Creiamo e prendiamo ispirazione dalle nostre esperienze, dai nostri scambi con altre persone, dalle nostre passioni, da ciò che ci fa vibrare internamente. Così prendo ispirazione dal mio ambiente: qualunque sia il luogo o il momento, ho sempre in una parte della mia mente, uno sguardo diverso sulle cose, una sorta di continuo interrogarsi. Un'escursione nella foresta, un estratto di film, un disegno mal riuscito, un esperimento con oggetti. I pensieri si intersecano, si confondono, riflettono se stessi e spesso generano intuizioni e nuove idee.

Rimane poi il passo difficile... dargli un senso!

2. A cosa stai lavorando al momento?

Attualmente sto lavorando su un argomento che mi tocca particolarmente: Il sonno.

Oggi la popolazione mondiale soffre di una vera e propria mancanza di sonno, eppure sappiamo bene che è un'esigenza vitale. Cerco di materializzare e migliorare un metodo del sonno poco conosciuto per renderlo più accessibile e semplice. Si basa sul rispetto dei nostri cicli biologici del sonno ed è solo questione di trovare alcuni indicatori; poi il corpo si adeguerà da solo e il sonno sarà ottimizzato nel corso delle settimane. Questo approccio offre un sonno profondo molto più riposante: ci permette di rispondere al nostro attuale stile di vita.

3. Qual è la tua missione?

Per me, la missione del designer è di far sognare le persone. Portarle, attraverso l'oggetto, in uno stato d'animo, in una cultura, in un contesto speciale, migliorandone l'utilità. Si potrebbe riassumere in una frase: "Mostrami come il mondo può essere bello".

Intervista redatta il 18 Marzo 2020.

Featured Posts
Archive
Search By Tags