Studio PLAYFOOL @IsolaDD19

Technology, play, creativity and a return to childhood: here’s what you’ll find at Studio PLAYFOOL, inside Amanita Concept Store!

Thanks to the ‘Playful Innovation’ exhibition, the Japanese studio will present its latest projects: Knotty and Lulu.

© Studio PLAYFOOL

The two designers argue that the game is a free, exploratory and iterative process to discover new meanings. It is through an unstructured, free and open games that children can develop their creativity and interests. However, today’s parents increasingly underestimate the value of the game, giving priority to more structured and academic activities, causing an increase in mental health problems in today’s youth.

Thanks to Knotty, an intuitive and fun tool, children explore and apply technology by improving the idea of ​​self-taught gaming and exploiting their creativity.

Knotty consists of six input and output blocks that, when combined, create a matrix of fun features. Just tie a simple knot from block to block to discover the magic and start playing!

With Lulu, however, Studio PLAYFOOL has thought of a product linked to the idea of ​​Artificial Intelligence, but upside down. It is in fact a primitive product, a lamp for accuracy, to which you must teach the basic commands: on and off. Thanks to its small ‘red tail’, you can collect and record the brightness (or darkness) of a place, teaching it to turn on or off.

Moreover, from 10th to 13th of April, from 5 to 6.30 pm, the studio will hold the PLAYFOOL workshop which, through four exercises of imagination, will stimulate the creativity of the participants guiding them to create new associations with the environment that surrounds them and helping them to think outside the box.

Are you ready to be a child again? Then you just need to come to the Isola Design District!

ITA

Tecnologia, gioco, creatività ed un ritorno all’infanzia: ecco cosa troverete da Studio PLAYFOOL, all’interno di Amanita Concept Store!

Grazie all’esposizione ‘Playful Innovation’, lo studio Giapponese presenterà i suoi ultimi progetti: Knotty e Lulu.

I due designer sostengono che il gioco sia un processo gratuito, esplorativo e iterativo per scoprire nuovi significati. È attraverso un gioco non strutturato, libero e aperto che i bambini possono sviluppare la propria creatività ed i propri interessi. Tuttavia, i genitori di oggi sottovalutano sempre di più il valore del gioco, dando priorità ad attività più strutturate e accademiche, causando un aumento dei problemi di salute mentale nella gioventù di oggi.

Grazie a Knotty, uno strumento intuitivo e divertente, i bambini esplorano e applicano la tecnologia migliorando l’idea di gioco autodidatta e sfruttando la loro creatività.

Knotty è costituito da sei blocchi di input e output che, quando uniti, creano una matrice di funzioni divertenti. Basta legare un semplice nodo da un blocco all’altro per scoprire la magia ed iniziare a giocare!

Con Lulu, invece, Studio PLAYFOOL ha pensato ad un prodotto legato all’idea di Intelligenza Artificiale, ma capovolto. Si tratta infatti di un prodotto primitivo, una lampada per l’esattezza, alla quale bisogna insegnare i comandi base: on e off. Grazie alla sua piccola ‘coda rossa’, potrai raccogliere e registrare la luminosità (o il buio) di un luogo, insegnandole ad accendersi o spegnersi.

Inoltre, dal 10 al 13 Aprile, dalle 17 alle 18.30, lo studio terrà il workshop PLAYFOOL che, attraverso quattro esercizi di immaginazione, stimoleranno la creatività dei partecipanti guidandoli a creare nuove associazioni con l'ambiente che li circonda ed aiutandoli a pensare fuori dagli schemi.

Siete pronti a tornare bambini? Allora non vi resta che venire all’Isola Design District!

Featured Posts
Archive
Search By Tags