Source @IsolaDD18

The second edition of Isola Design District is starting right now!

Among the confirmations compared to 2017, we also find Source with a new role of Agency of services and communication, that is presenting in the cultural centre run by the Association ZONA K an event/exhibition about circular economy, sustainability (both of product and process) and technology, involving 41 designers and 12 firms. LOVELY WASTE won’t just be a prototype of the new service provided by Source to support firms in the development of new best practices, but also the first of a series of events through which it will be having the role of connector between designers and companies.

The nucleus of the exhibition is the project n. zero developed by Francesco Fusillo, Alberto Ghirardello, Filippo Protasoni and Sebastiano Tonelli with/for the Tuscan firm WooClass, that produces customized wooden eyeglasses. The four designers discussed about new development perspectives, useful to transform the cost of materials which currently go to the shredder (such as wood, metal, leather) into new business opportunities, through an integrated approach of creative projecting and “design to cost”.

As always, Source has activated a call answered by hundreds in Italy and from all over the world, giving life to five different categories of projects: from reusing and creative recycling of waste, to the km0 management of local resources, passing through the design with recyclable and eco-friendly materials, up to projects which stress the ethical and social aspects of sustainability or technology applied to the production of everyday objects. «From now on, we will make sustainability one of our pillars» declared Roberto Rubini, Source founder and project manager «And we will address those who want to invest time, money and professionality in a future respectful of our planet, using us as a search engine».

Various firms and partners have believed in the project supporting the event, as FIDI (Florence Institute of Design International), which will contribute to the exhibition with the project Molletta by young Israeli designer Hagar-Bar Gil, and a team led by Gumdesign that gathers independent firms and designers trying to carry on km0 projects labelled as “self-production”. On via Spalato, 11, they set up Bloft, a scenic representation of a living space where design objects created with natural raw materials will interact with each other to tell experiences, emotions and stories of life.

Of a different nature the cooperation between Source and Ugolini, a firm from Veneto which produces machines for the dying of yarns. The two companies will launch a creative contest addressed to young designers, in order to find new ideas on the production of eco-sustainable industrial machinery.

The presence of Primato Pugliese will complete the team: together with Archistart (creator and curator of the event), they will present Red: designed by heart, a selection of excellent representatives of Apulian handicraft, ready to revolutionaze contemporary design with their local manufacturing processes, on a scenographic journey among products made by head and heart in their workshops-laboratories.

________________________________________________________________________________________________________________________________

Al via oggi la seconda edizione di Isola Design District!

Tra le più importanti conferme rispetto al 2017, anche Source, che nella nuova veste di Agenzia di servizi e comunicazione presenterà negli spazi del centro gestito dall’Associazione ZONA K un evento espositivo su economia circolare, sostenibilità (di prodotto e di processo) e tecnologia, coinvolgendo ben 43 progettisti e 12 realtà imprenditoriali. LOVELY WASTE non sarà solo un prototipo del servizio che Source intende rivolgere alle aziende per affiancarle nello sviluppo di nuove best practices, ma anche la prima di una serie di iniziative attraverso cui continuerà a svolgere il ruolo di connettore tra designer ed imprese.

Nucleo dell’esposizione, il progetto n. zero, sviluppato da Francesco Fusillo, Alberto Ghirardello, Filippo Protasoni e Sebastiano Tonelli per l’azienda toscana WooClass, produttrice di occhiali in legno disegnati a misura di cliente. I quattro designer si sono interrogati e confrontati su come suggerire nuove prospettive di sviluppo che consentano di trasformare il costo di materiali attualmente destinati al macero (legno, metallo, pelle) in nuove opportunità di business, attraverso un approccio integrato di progettazione creativa e “design to cost”. Come lo scorso anno, Source ha poi attivato una call alla quale hanno risposto in centinaia dall’Italia e dal mondo, dando vita a cinque diverse categorie di progetti: dal riuso e recupero creativo degli scarti di produzione, alla gestione a Km0 delle risorse locali, passando per l’utilizzo di materiali riciclabili ed eco-compatibili, sino ad iniziative che pongono l’accento sugli aspetti etici e sociali della sostenibilità o sulla tecnologia applicata ad oggetti d’uso comune.

«D’ora in avanti faremo dello sviluppo sostenibile uno dei nostri pilastri» ha dichiarato Roberto Rubini, fondatore e project manager dell’agenzia «Ci rivolgeremo dunque a chi vorrà investire tempo, denaro e competenze in un futuro rispettoso del pianeta, utilizzando noi come motore di ricerca».

A sostegno e collaterali all'evento, diverse aziende e partner che hanno creduto nella filosofia di Source, come FIDI (Florence Institute of Design International), che contribuirà all’esposizione con la seduta Molletta della giovane designer di origini israeliane Hagar-Bar Gil, e un collettivo di imprese e professionisti indipendenti capitanati da Gumdesign, azienda desiderosa di sostenere progetti a Km0 che fino a poco fa venivano etichettati con il termine “autoproduzione”.

Nella location di via Spalato, 11, sarà allestito il loro modello abitativo Bloft, una rappresentazione scenica nella quale vari complementi d’arredo realizzati con materie prime naturali “dialogheranno” idealmente per raccontare esperienze, emozioni e storie di vita.

Di diversa natura la collaborazione tra Source ed Ugolini, azienda veneta produttrice di macchine da tintura dei filati, con cui l’agenzia sta valutando l'ipotesi di lanciare una call per raccogliere idee sulla progettazione di nuovi macchinari industriali eco-sostenibili. A completare la squadra, la presenza di Primato Pugliese, che insieme ad Archistart (ideatore e curatore dell'evento) presenterà Red: designed by heart, una selezione di sei eccellenze dell’artigianato pugliese pronte a rivoluzionare i paradigmi del design contemporaneo puntando sull’esclusività della manifattura locale, in un viaggio scenografico tra i prodotti realizzati con la testa e con il cuore nei loro atelier-laboratori.

LOCATION

Via Spalato 11

Featured Posts
Archive
Search By Tags